/ colloquio

I 6 errori più diffusi durante il colloquio di lavoro

L’inesperienza o la leggerezza possono portare a sottovalutare quanto alcuni aspetti siano fondamentali per poter ottenere un posto di lavoro.

Vediamo insieme quali sono gli errori più comuni da evitare per poter ottenere un posto di lavoro.

Arrivare in ritardo

"Il treno si aspetta, non si fa aspettare", e considera il colloquio di lavoro il treno che aspetti!
Quindi anche ad un colloquio arriva con dieci minuti di anticipo. Presentandoti in ritardo insinueresti nel selezionatore il pregiudizio che un candidato che arriva in ritardo sarà un dipendente che probabilmente sarà sempre in ritardo.
Quindi, per evitare di partire con il piede sbagliato, controlla il giorno prima dove si trova la sede dell’azienda, metti in conto possibili imprevisti, come il traffico o scioperi dei mezzi pubblici.
Arrivare con anticipo ti consentirà di poterti rilassare dieci minuti se sei ansioso per natura, e di non presentarti sudato o più agitato del necessario.

Sbagliare l’abbigliamento

Tenete a mente che chi ti incontrerà non ti ha mai visto prima. E come in tutti le occasioni in cui ci si relaziona con uno sconosciuto, sarà la prima impressione quella che conta.
Questo vuol dire che le apparenze saranno fondamentali, e che il tuo standing sarà il tuo primo biglietto da visita.
Indossa degli abiti che siano in linea con la realtà aziendale con cui stai sostenendo il colloquio.
Solitamente gli uomini dovrebbero indossare un abito, o un completo formale con camicia perfettamente stirata, cravatta e scarpe pulite. Importante avere barba e capelli curati.
Lo stesso discorso vale per le donne. Si sconsiglia un trucco troppo pesante, gonne troppo corte, magliette troppo scollate o tacchi eccessivamente alti.

Stretta di mano moscia e sguardo basso

Non tutti si rendono conto di quanto sia importante la stretta di mano quando ci si presenta a chi farà il colloquio.
Una stretta di mano debole e sfuggente è un pessimo inizio. Fa percepire poca sicurezza in se stessi.
Sii decisi e parla tranquillamente con il tuo interlocutore, guardandolo negli occhi senza intimorirti. Non dimenticarti di sorridere: il sorriso è contagioso e una persona solare verrà sempre preferita a chi si dimostra poco empatico.

Essere logorroico

Rispondi alle domande del selezionatore, senza dare risposte troppo dispersive e senza dilungarti troppo nelle risposte.
Ricorda che il tempo è tiranno è in un’ora devi dare a chi ti incontra le informazioni che ti richiede.

Essere eccessivamente sintetico

Non dare per scontato che chi ti incontra sappia già tutto di te perché ha davanti agli occhi il tuo curriculum. Spiega nel giusto tempo e nel modo più chiaro possibile quanto ti viene richiesto.

Fare domande che non sono da fare

Ad un certo punto del colloquio ti chiederanno se hai domande. Le domande da evitare soprattutto in un primo colloquio riguardano l’orario di lavoro e la retribuzione. Quando si inizia una nuova avventura ciò che deve motivare un candidato non è la retribuzione ma l’esperienza e la voglia di imparare. Va da sé che anche focalizzarsi sull’orario di lavoro potrebbe essere interpretato negativamente come scarsa voglia di lavorare.

I 6 errori più diffusi durante il colloquio di lavoro
Share this